claudia bastianelli

“Sino ad oggi ho taciuto per spirito di partito, ma temo che la questione Mamme stia sfuggendo di mano.
Le dichiarazioni di oggi di Patrizia Prestipino sono gravissime.
Se è vero che un partito di sinistra ha il dovere di tutelare e garantire la genitorialità, è altrettanto vero si debba rivolgere a entrambi i sessi e non solo alle donne e che si debbano mettere in campo politiche serie in tal senso (molto è stato fatto, molto ancora c’è da fare).
Garantire la “continuità della razza italiana” però è quanto di più lontano da un partito democratico e di sinistra ci possa essere. E queste dichiarazioni fanno male. Fanno male al Pd, fanno male alle sue militanti, fanno male a tutte quelle donne e uomini che un figlio lo vorrebbero con tutto il cuore ma che per i più svariati motivi non possono averlo.
E quel figlio lo vorrebbero per poterlo amare, non per garantire la continuità della razza.
Purtroppo però ad essere sempre incinta è la madre dei cretini…già, quella partorisce sempre!” cosi su facebook la coordinatrice nazionale Socialdem Claudia Bastianelli
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Bastianelli“Di grande importanza la sentenza emessa dal Tribunale di Firenze in merito al riconoscimento anche in Italia dell’adozione da parte di una coppia gay italiana residente nel Regno Unito con contestuale concessione della cittadinanza italiana ai due bambini. Anteporre l’interesse del minore ed evitare l’incertezza giuridica sull’identità stessa dei minori sono stati i due punti cardine di questa sentenza. Si tratta di un’adozione vera e propria, non di step child adoption, su cui invece sta proseguendo, seppur a rilento, la discussione in II commissione giustizia alla Camera. Resta il rammarico che, come troppo spesso accade nel nostro Paese, sia una sentenza del Tribunale a sostituire la politica che su certi temi continua a fare melina preferendo evitare qualunque scelta. Sul piano dei diritti non si può giocare una partita meramente elettorale sulla scelta più conveniente, ma piuttosto ci si deve confrontare e poi decidere, altrimenti la politica continuerà ad abdicare e, dunque, a perdere il senso stesso della sua esistenza” – così Claudia Bastianelli, coordinatrice nazionale dell’area socialista del Pd, commenta la decisione dei giudici di Firenze.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
crocifisso a scuola, laicità, PD, socialisti & democratici“Dal Tribunale di Modena arriva una sentenza che in nome della laicità dello Stato e della Costituzione vieta la presenza del crocefisso nelle aule scolastiche quando queste sono adibite a seggi elettorali. Premesso che la laicità dello Stato dovrebbe essere assolutamente naturale e che non dovrebbe servire l’intervento di un Giudice per poterla affermare, resta l’incongruenza della presenza della Croce durante le ore scolastiche. In una società dove convivono ormai varie sensibilità religiose, sarebbe bene insegnare ai bambini sin dalla tenera età il rispetto del diverso. Il Giudice di Modena ha fatto un passo in avanti nella direzione di quanto dettato dall’articolo 3 della Costituzione, ci auguriamo che presto la laicità nelle aule scolastiche sia considerata un principio in ogni ordine e grado e non soltanto in caso di seggi elettorali, perché lo Stato deve essere laico 365 giorni l’anno” – così Claudia Bastianelli, coordinatrice nazionale socialdem
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

claudia bastianelli, diritti umani, matteo salvini, partito democratico“La quantità di insulti e offese di ogni genere pubblicate sul profilo Facebook di Claudia Bastianelli conferma ulteriormente l’incitamento all’odio razziale di cui trasuda il post di Salvini, che oggi non ha trovato di meglio di dare della maestrina alla coordinatrice Sociadem. Una maestrina che gli ha insegnato un articolo del codice penale. Di cui sarà chiamato a rispondere. Quanto alle offese, al netto di Fake e Trolls, sui social, considerando la provenienza sono medaglie da mettersi al collo” – così i tre deputati socialisti del Pd Marco Di Lello, Giuseppe Lauricella e Lello di Gioia

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

claudia bastianelli, socialisti e democratici, lavoro, licenziamento furbetti, riforma pa“Benissimo la posizione di Matteo Orfini sullo Ius Soli. Approvare in tempi celeri la legge è un bene per il Paese. Proprio un paio di giorni fa abbiamo presentato a prima firma Di Lello una mozione in questa direzione firmata da 13 deputati PD. Che la politica usi il buonsenso anzichè alzare barricate…altrimenti che fiducia sia!” – così su faceboook  la coordinatrice nazionale dei Socialdem Claudia Bastianelli commenta le parole del Presidente del Partito Democratico Orfini

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

claudia bastianelli, partito democratico“La Final Four di Champions League di pallavolo maschile si giocherà a Roma e sarà organizzata dalla Sir Safety Sicoma Perugia. È stata ufficializzata poco fa la decisione dalla Cev. Lo sport è anche uno strumento stupendo per promuovere il nostro Paese, le nostre città, il nostro turismo. Un grazie a Gino Sirci, presidente Sir, per averci creduto. Lo dico da tifosa di uno sport bellissimo come la pallavolo, ma anche da chi, nonostante tutto, crede ancora che l’Italia sia un Paese straordinario. Gino Sirci ha dimostrato di essere un imprenditore più lungimirante di qualche Sindaco, a partire dalla Sindaca di Roma Raggi. La politica guardi e impari, perché dello sport non si deve mai avere paura.” – Così in una nota la coordinatrice nazionale Socialdem Claudia Bastianelli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
nencini dimissioni“Anziché rispondere alle accuse gravissime certificate da due diversi provvvedimenti del Tribunale di Roma che annullano, primo caso in Italia, le risultanze congressuali che lo ha eletto segretario Psi, il senatore Nencini non riesce a far altro che offendere me con un ruggito degno di un coniglio. Mi domando come sia possibile la permanenza al Governo di un parlamentare che secondo la Giustizia ha alterato gli elenchi degli iscritti e fatto approvare elenco di delegati in bianco, con pratiche che ricordano il peggior Ceaucescu. Se avesse un po’ di dignità non avrebbe alternative alle dimissioni, da segretario del Psi e da sottosegretario. Mi dispiace solo per una comunità, quella piccola rimasta nel Psi, che non meritava quest’ ultima deprimente mortificazione”- così il deputato Marco Di Lello, segretario della commissione bicamerale antimafia.
Gli fa eco Claudia Bastianelli, coordinatrice nazionale Socialdem- “La sentenza da parte del Tribunale di Roma di un tesseramento poco chiaro del Psi e del conseguente annullamento dell’ultimo congresso nazionale socialista è solo una conferma di tanti dubbi sulla gestione del partito da parte del suo segretario Nencini. Un Segretario da oggi ufficialmente illegittimo. Per chi ha amato quel simbolo è profondamente triste vedere che il Partito più antico d’Italia venga infangato per mano di chi ne avrebbe dovuto garantire quantomeno il rispetto della storia. È altrettanto triste che sia la magistratura e non la politica a dire la parola fine a quella che è stata orgogliosamente la casa di molto di noi. Purtroppo abbiamo avuto ragione ad andarcene nella consapevolezza che una battaglia politica leale non avrebbe avuto spazio in un partito del genere.”
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Andrea CerroniSocialisti e Democratici è solidale con tutte le forze di Polizia, non solo adesso che è stato ucciso in Italia il Killer della strage di Berlino. La sicurezza nazionale è la stuttura portante della democrazia, e le nostre forze di Polizia sono tra le più preparate al mondo. Un problema da risolvere al più presto è quello delle Polizie Locali che hanno bisogno dell’equiparazione a tutte le altre forze di dell’Ordine. Esse potrebbero dare un supporto importante alla sicurezza nazionale ed alla lotta al terrorismo. Auspicandomi fin d’ora che su questa tematica ci sia il favore di tutto l’arco parlamentare. L’occasione è gradita per dire grazie a tutte le forze do Polizia e fare i migliori auguri di Buon Natale a tutte le persone che ogni giorno rischiano in silenzio la vita per tutti noi.

Il coordinatore nazionale per la sicurezza e le Forze di Polizia Dott. Andrea Cerroni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

balzamoL’assemblea metropolitana di Napoli dei Socialdem ha eletto l’ex capogruppo comunale Giuseppe Balzamo coordinatore provinciale dell’area socialista del Pd che fa riferimento al deputato napoletano Marco Di Lello. L’assemblea è stata inoltre l’occasione per fare una attenta analisi degli esiti del referendum a livello nazionale e, soprattutto, in un Mezzogiorno dove la bocciatura è stata ancor più significativa che nel resto del Paese. “I Socialdem napoletani sono pronti a contribuire con le loro idee e proposte convinti che solo un Partito Democratico forte e concentrato sulla riconnessione mentale con la società piuttosto che su diatribe correntizie, possa essere argine alla deriva populista. Al populismo inconcludente di De Magistris dobbiamo rispondere con la Buona politica” ha concluso Balzamo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

by Socialdem on

Assemblea SocialdemSi è tenuta stamattina a Firenze, nello storico Circolo Pd di San Bartolo a Cintoia, l’assemblea nazionale dei Socialdem, l’area socialista del Pd coordinata da Claudia Bastianelli a cui hanno aderito l’ex capogruppo Psi Marco Di Lello, oggi segretario della commissione bicamerale antimafia, l’On. Lello Di Gioia, presidente della commissione di controllo sull’attività degli enti gestori di previdenza e assistenza sociale, l’On. Giuseppe Lauricella, promotore dell’ultima pdl di modifica all’Italicum, e che oggi conta migliaia di amministratori e dirigenti in tutta Italia.
“Vogliamo confrontarci alla luce dei risultati del referendum e delle sfide a cui saremo chiamati nei prossimi mesi. Ci proponiamo di portare un contributo di idee e valori alla nostra comunità che a breve potrebbe essere chiamata ad un congresso. Non vogliamo essere una corrente ma usciamo da una campagna elettorale faticosa dove siamo stati in prima linea a sostegno del Si e dobbiamo confrontarci in una serena analisi del voto senza nasconderci i tanti errori che ci hanno portato alla sconfitta. Tornare a parlare alle periferie senza perdere la classe media: se nel Job Act, che ha il merito di aver esteso tutele e diritti, vi è una norma il cui abuso attraverso i voucher ha invece precarizzato altri lavoratori dobbiamo avere la forza di cambiarla quella norma. Non perché incomba un nuovo referendum ma perché siamo convinti vada cambiata” – è quanto dichiara la coordinatrice nazionale Claudia Bastianelli durante il suo intervento.
“Sei c’è una lezione è che il Partito serve. Senza Partito non ce la fa neanche Matteo Renzi. Serve una squadra che sia espressione del merito e serve la freschezza del “rottamatore”, quello che violava i Santuari, andava in giro per Scuole e Fabbriche, Terra dei fuochi. Tra la gente. Saremo al fianco di Matteo Renzi facendo tesoro degli errori fatti e con l’ambizione di tornare ad essere noi il Partito della speranza ma non delle chiacchiere. I Socialdem faranno la loro parte. Senza stare a guardare. Sui territori e al Nazionale. Anche candidandoci. Senza farci ingabbiare dalle alchimie correntizie, ma anzi, rompendo quegli equilibri che hanno portato all’afasia il Pd. Ricostrudendo. Un anno fa ci proponemmo come Cantiere di idee: oggi vogliamo proporci come “Costruttori” di futuro” – ha concluso il deputato Socialdem Marco Di Lello
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail