IL SI RAFFORZA IL WELFARE di Francesca Castellani responsabile nazionale S&D Welfare

by Socialdem on

francesca Casterllani S&DIl 4 dicembre saremo chiamati alle urne per votare SI o No al referendum sulla Riforma Costituzionale. Con la vittoria del Si oltre al superamento del bicameralismo paritario ci sarà l’abolizione della riforma del titolo V della Costituzione. Personalmente io non riesco a comprendere perché non votare Si ad una riforma che porterà aspetti positivi anche alle politiche sociali e alla sanità , materie importanti che toccano indistintamente tutti i cittadini nessuno escluso. Infatti con la vittoria del Si verrà attribuita la potestà legislativa allo Stato di queste materie dopo che la riforma del 2001 l’aveva interamente attribuita allo Regioni.
Attualmente abbiamo 21 sistemi regionali di Welfare che obbligatoriamente creano difformità e quindi disparità nella tutela dei diritti e nell’accesso delle prestazioni. Siamo tutti cittadini Italiani ed europei come può essere possibile che un cittadino della Calabria possa avere diritti diversi da quelli della Lombardia? Bisogna fare attenzione perché questo non significa ledere l’autonomia delle singole regioni e conseguentemente danneggiare le più virtuose, ma permettere allo Stato di avere un coordinamento non invasivo supportando le realtà locali e impedendo che ci possano essere costi sociali elevati a carico dei cittadini.
Volevo anche sottolineare che la modifica del 2001 in alcuni casi ha bloccato iniziative nazionali di politica  sociale per i numerosi conflitti di attribuzione di potere fra le Regioni e lo Stato. Ad esempio  pensiamo alle numerose riforme del mercato del lavoro di stampo europeo che si sono succedute nell’arco del tempo che a causa della rforma del capitolo V della Costituzione sono state rallentate e in alcuni casi inapplicate
Concludo affermano che bisogna sempre tendere al bene comune  e votare pensando a questo e non a fare il dispetto a qualcuno, perché poi in realtà  lo si fa  solo a noi stessi. Questa a mio parere è una riforma auspicabile che rafforzerà la  nostra Sanità e  la nostra rete di protezione  sociale, basandosi su principi di equità ed uniformità su tutto il territorio nazionale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Written by: Socialdem

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − dieci =