Turismo

aeroporto-perugia“Affiancare una stazione ferroviaria all’aeroporto San Francesco e sfruttare i treni come metropolitana esterna al circuito cittadino potrebbe essere una soluzione affinché lo scalo perugino non solo non si ridimensioni, ma abbia un ulteriore sviluppo che gli consenta da un lato di agevolare i turisti che vorranno visitare la nostra regione, dall’altro di collegarsi rapidamente anche alle stazioni di alta velocità in essere e in fase di progettazione.” – cosi interviene Mirco Ficarelli, del coordinamento regionale dei Socialdem in merito al dibattito di questi giorni intorno allo scalo di Sant’Egidio – “Progettare inoltre un grande parcheggio anche per tutti i cittadini e pendolari che devono raggiungere Perugia centro usufruendo delle stazioni di S. Anna e Fontivegge è un altro nodo su cui riflettere. Tanto abbiamo investito sul San Francesco, tanti i risultati raggiunti che oggi vanno incrementati e non perduti”- conclude Ficarelli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

andrea massari, socialisti e democratici umbria“Guardiamo con preoccupazione alla situazione dell’aeroporto San Francesco di Perugia. La carenza di infrastrutture da sempre penalizza la nostra regione che nel turismo potrebbe trovare il volano per il rilancio dell’economia.” – cosi in una nota Andrea Massari, presidente regionale dei Socialdem – “Il grande valore artistico, culturale e religioso di cui è ricca la nostra regione dovrebbe portarci a sviluppare politiche turistiche capaci di andare oltre gli steccati partitici, volte a incrementare anche la presenza di strutture ricettive che non siano costrette a svalutare la loro alta qualità. Portare turisti in Umbria” – continua Massari – “vuol dire anche dare un forte input ad altri settori quali l’agricoltura, l’ambiente e soprattutto il rilancio dei piccoli borghi la cui bellezza è riconosciuta a livello nazionale, ma che troppo spesso piuttosto che centri di attrazione turistica sono vittime di spopolamento e abbandono. Il turismo dunque è fondamentale per il rilancio economico e occupazionale della nostra regione” – conclude Massari – “e proprio per questo non possiamo permetterci passi indietro rispetto all’aeroporto e ad investimenti nelle infrastrutture”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail