Fascicolo del fabbricato

bastianelli7“Mi auguro che l’Unione Europea si affretti a ritirare la lettera inviata all’Italia dove, in merito alla legge di stabilità, dichiarava che gli stanziamenti previsti per il piano Casa Italia non avessero un motivo di urgenza. L’Italia trema oggi come qualche settimana fa, continuerà a farlo in futuro perchè è nella sua natura e prevenire è l’unica strada che abbiamo per non piangere più i nostri morti. E’ridicolo continuare a parlare di un’Europa unita e politica se poi i fatti ne raccontano un volto diverso. A chi firma la lettera suggerisco di provare a fare un esercizio di lungimiranza politica e di pensare che quei soldi non sono destinati a qualche italiano che ha la sfortuna di vivere in zone sismiche, ma piuttosto a dei cittadini europei prima che italiani che in quell’Europa vogliono continuare a credere e non esserne vittime inconsapevoli” – così Claudia Bastianelli coordinatrice nazionale dei Socialdem

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
fascicolo del fabbricatoPresentata oggi la pdl “Istituzione del registro Storico-Tecnico-Urbanistico dei fabbricati ai fini della tutela della pubblica e privata incolumità” firmata dai deputati Pd Marco Di Lello, Valeria Valente, Luigi Dallai, Angelo Capodicasa e Laura Venittelli.
“E’ arrivato il momento di dotare i fabbricati di un apposito fascicolo sul quale annotare le informazioni relative all’edificio stesso – di tipo identificativo, progettuale, strutturale, impiantistico e di conoscenza del sottosuolo – con l’obiettivo di pervenire ad un quadro conoscitivo a partire, ove possibile, dalle fasi di costruzione dello stesso e su cui registrare le modifiche apportate rispetto alla configurazione originaria. In particolare, si deve consentire di monitorare lo stato di conservazione del patrimonio edilizio con indagini specifiche a quei fabbricati che risultino aver subito, negli anni, rispetto alla configurazione originaria, modifiche sostanziali sia sotto il profilo strutturale che funzionale” hanno spiegato i proponenti. L’Italia è un paese a forte rischio, sismico, vulcanico e idrogeologico, e garantire la qualità delle costruzioni è il modo migliore per fare prevenzione. Anche per questo ci auguriamo una rapida calendarizzazione” – ha concluso Di Lello
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail