Abusivismo Edilizio

“In quota opposizioni a settembre arriva in Aula il ddl Falanga su demolizioni e abusivismo : io credo sia utile fermarsi, meglio una polemica oggi che altre vittime domani.
Finita la conta dei danni bisognerà pensare bene a perché nell’ Italia del 2017 una scossa che gli esperti considerano di “bassa intensità” provoca  distruzioni. È evidente che il costruito di quell’area lascia molto a desiderare. E dubito sia l’unica porzione di territorio in Italia. Anzi.
Percio’ la valutazione da approfondire in queste settimane è sulla portata criminogena della norma: l’esperienza ci ha insegnato che il solo annuncio di un Condono produce nuovo impulso al ciclo del cemento illegale. E il varo di un provvedimento che al di la’ del contenuto passa per una norma a tutela degli abusivi, fossero anche “di necessita’” rischia di essere esiziale nella battaglia per la legalita’ contro mattone selvaggio. E di dare nuovo impulso al ciclo del cemento illegale.
Il testo è stato molto migliorato nel primo passaggio alla Camera, tra le proteste ed il ritiro di firma del Gruppo FI e del senatore Falanga.
Ma il messaggio che passa rischia di essere quello sbagliato.” – Così Marco Di Lello (Pd), segretario della Commissione Bicamerale Antimafia e relatore di maggioranza del ddl ex Falanga. –
“La legalità spesso fa a cazzotti con il consenso. E Ischia è uno dei casi. Perciò detesto l’ipocrisia e le lagrime di coccodrillo di tanti.
Serve dunque un supplemento di riflessione, perché un domani non ci si debba pentire per le scelte fatte.
E perché sia chiaro a tutti qual’e’ la posizione del Pd in materia.
In qualità di relatore di maggioranza avevamo già condiviso con il collega Verini di chiedere una riflessione collegiale in sede di Gruppo Pd.
Riflessione ancora più necessaria  dopo i fatti di Ischia.” – conclude Di Lello
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
“Quando si approvano o comunque propongono norme criminogene che secondo i promotori garantiscono impunità poi non si ha il diritto di piangere lagrime di coccodrillo” – così su Facebook l’ex assessore campano all’Urbanistica della giunta Bassolino Marco Di Lello (Pd), attualmente segretario della Commissione Bicamerale Antimafia.
“Dopo anni di promesse di condono e proposte di legge salva abusivi non ci si deve meravigliare se piromani incendiano il Vesuvio con la speranza di evitare abbattimenti e liberare porzioni di territorio per nuove costruzioni abusive, in un area che da troppo tempo aspetta, al contrario, di essere decongestionata. Spero davvero che i tanti politici che hanno barattato legalità e sicurezza per il consenso non dormano la notte. Per quanto mi riguarda continuerò a lottare contro di essi in ogni modo. Anche da relatore sulla nuova legge sugli abbattimenti, per cui ho proposto di triplicare le risorse da destinare alle demolizioni dei manufatti abusivi” – conclude Di Lello
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

bastianelli7“Mi auguro che l’Unione Europea si affretti a ritirare la lettera inviata all’Italia dove, in merito alla legge di stabilità, dichiarava che gli stanziamenti previsti per il piano Casa Italia non avessero un motivo di urgenza. L’Italia trema oggi come qualche settimana fa, continuerà a farlo in futuro perchè è nella sua natura e prevenire è l’unica strada che abbiamo per non piangere più i nostri morti. E’ridicolo continuare a parlare di un’Europa unita e politica se poi i fatti ne raccontano un volto diverso. A chi firma la lettera suggerisco di provare a fare un esercizio di lungimiranza politica e di pensare che quei soldi non sono destinati a qualche italiano che ha la sfortuna di vivere in zone sismiche, ma piuttosto a dei cittadini europei prima che italiani che in quell’Europa vogliono continuare a credere e non esserne vittime inconsapevoli” – così Claudia Bastianelli coordinatrice nazionale dei Socialdem

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

terremoto amatrice, socialisti e democratici“La drammatica esperienza di questi anni insegna che l’unico utile rimedio al rischio terremoti è la prevenzione. In Campania varammo una legge che imponeva il fascicolo del fabbricato, una sorta di carta d’identità per tutti gli immobili, che la Consulta censuro’ dichiarando la competenza dello Stato. È venuto il momento di colmare il vuoto normativo con una legge nazionale: la prossima settimana depositero’ una proposta in tal direzione” – così Marco di Lello deputato Pd già assessore all’Urbanistica in regione Campania

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

abusivismo edilizio in sicilia, marco di lello, no a condoni, partito democratico“Abbiamo già visto più volte negli ultimi tempi come mafia e abusivismo vadano spesso a braccetto. Nessun cedimento dunque può essere previsto. Siamo certi che il Pd siciliano e i suoi amministratori rispediranno al mittente le argomentazioni di chi vorrebbe introdurre una nuova nuova sanatoria in Sicilia.” – così il deputato Marco Di Lello, segretario della commissione bicamerale antimafia e membro della commissione giustizia commenta la notizia di una possibile sanatoria da introdurre nel nuovo testo unico dell’edilizia in discussione all’Ars

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail